SERIE 244X PORTATILI

TERMICI



Il costruttore

Il costruttore

Principio di misura

Si basa sul controllo del raffreddamento di un termoelemento "caldo" riferito ad uno "freddo". Si mantiene costante il deltaT modulando l’energia di riscaldamento, la quale sarà proporzionale alla portata di massa del fluido in transito. Questo principio a temperatura costante CT è indicato dalle ISO 14164 quale sistema comunemente più utilizzato a causa delle limitazioni dei termici che lavorano a corrente costante (CP).

La tecnologia

  • Non è richiesta nessuna compensazione in pressione e temperatura per ottenere misure normalizzate o ponderali.
  • Da un unico strumento si acquisiscono direttamente i Kg/h o Nm3/h senza sensori aggiunti o flow computer di calcolo, risparmiando su accessori ed installazione.
  • Miglior accuratezza, dovuta da un sistema che genera una sola incertezza, anziché una catena di misura volumetrica compensata, con la somma di più errori.
  • Capacità di grande rangeability, misure anche in depressione ed a basse velocità.
  • Limitazioni: sconsigliato per misure gas sopra i 30 bar, non adatto per vapore saturo e non misura portate di liquidi.

Lo strumento

  • Semplicità di impiego: utilizzabile anche da personale non altamente specializzato.
  • Flessibilità di utilizzo: impiegabile per tubazioni e condotte di diverse dimensioni.
  • Capacità di registrazione molto estesa: fino a 1500 valori memorizzabili e poi scaricabili su PC.
  • Ogni sensore è calibrato con certificato di rintracciabilità NIST.



Premio innovazione nel 2009 per la tecnica di controllo dei termoelementi completamente digitalizzata

  • Migliore stabilità di misura e tolleranza alle vibrazioni.
  • Correzione delle costanti di calibrazione per profili di flusso sbilanciati.
  • Correzione automatica di moto di flusso da regime turbolento a laminare.
  • In grado di gestire profili di flusso la cui direzione può deviare di ±20°.
  • Autoregolazione della corrente per proteggere il termoelemento dall’autoaccensione.
  • Correzione della sezione di passaggio occupata dal sensore.
  • Ampie compensazioni di derive termiche, fino a 500°C (VTM).
  • Tempi di risposta molto rapidi, sia sulle variazioni di temperatura che di portata.

Le applicazioni

  • Mappatura dei profili delle velocità all’interno di grosse condotte o camini caratterizzati da condizioni di limitati tratti rettilinei e profili di flusso sbilanciati.
  • Valutazione dei transitori di processo, in fase di avviamento impianti.
  • Verifica dell’efficienza dei compressori alla messa in servizio e nel tempo.
  • Controllo portate aria compressa ed azoto per ottimizzarne i consumi.
  • Verifica dell’entità delle portate negli impianti di ventilazione forzata.