SOLID FLOW

MICROONDE PER SOLIDI



Il costruttore

Il costruttore

Principio di misura

Si basa sull’interazione del flusso di materiali solidi, che transitano in una tubazione, con un apposito segnale radar nella banda “K” 24,125GHz±100MHz generato e trasmesso da un robusto sensore industriale a bassa energia, circa 5 mW. Analizzando il segnale di ritorno in frequenza ed ampiezza, è possibile la diretta determinazione della portata in massa del prodotto.

La tecnologia

  • Misura direttamente in peso ad integrare trasporti volumetrici a carico di coclee, valvole rotative, elevatori meccanici, scivoli ad aria, etc.
  • Rispetto ai più tradizionali misuratori di flusso basati sul principio dell’impatto, che sono sempre oggetto di pesanti manutenzioni, il SolidFlow non avendo parti meccaniche mobili garantisce un efficiente funzionamento nel tempo.
  • La tecnica a microonde radar consente l’effettuazione della misura in tempo reale ed è quindi particolarmente adatta per controlli di processo ed automazione nella regolazione del flusso di materiali solidi.

Lo strumento

  • Il sensore ad inserzione da montare a filo parete non occupa molto spazio, quindi questo misuratore è facilmente installabile su impianti esistenti non richiedendo spazi particolarmente ampi o rigide prescrizioni di posizionamento.
  • Il SolidFlow è stato progettato per consentire l’automazione ed il passaggio a processi produttivi continui per quegli impianti che vista la natura dei prodotti trattati (polveri, granulati, scaglie,…) sono tradizionalmente costretti a processi batch (dosaggi discontinui).
  • Per automatizzare e controllare effettivamente la portata di una coclea o una rotocella con il SolidFlow è normalmente possibile effettuare l’installazione senza nessuna modifica meccanica dell’impianto con costi di installazione quindi molto ridotti.

Le applicazioni

  • Nel settore chimico troviamo moltissime applicazioni su polveri o granulati, diossido di silicone, carbonato di sodio, ossido di allumina, aerosol, acido adipico, diossido di titanio, fibre, magnesio, silicati, silicio e moltissimi altri.
  • Nelle ceramiche per il dosaggio dei colori sulle piastrelle.
  • Nell'alimentare per l'aggiunta delle spezie nei vari alimenti.
  • Nei cementifici oltre alle numerose applicazioni sul cemento, ci sono molte installazioni per la misura del solfato di ferro.
  • Misura della portata di polverino di carbone ai bruciatori per alimentazione altoforno in poli siderurgici. Applicazione analoga per le centrali elettriche alimentate con questo combustibile o con altri combustibili solidi.