MAXX FLOW

MICROONDE PER SOLIDI



Il costruttore

Il costruttore

Principio di misura

La misura del MaxxFlow si basa sull’effetto del passaggio dei solidi da misurare all’interno di un tronchetto di tubo in cui viene generato un campo elettromagnetico a bassa energia ed elevata frequenza.
La misura combinata dell’energia assorbita e del tempo di volo rilevate con sensori posizionati all’esterno del tubo consente l’effettuazione diretta della misura della portata massica dei solidi in transito.

La tecnologia

  • MaxxFlow è l’ideale sostituto dei più tradizionali misuratori di portata ad impatto, i vantaggi comparati sono molteplici: ridotti ingombri e pesi per una più facile collocazione in impianto, nessuna parte mobile pertanto nessuna usura e nessuna manutenzione, tronchetto a passaggio pieno senza restrizioni e/o ingombri interni.
  • Facile calibrazione e misura diretta in massa del prodotto in transito per caduta libera, la misura viene effettuata in tempo reale è quindi particolarmente adatta per controlli di processo ed automazione in regolazioni o riempimenti.
  • Grazie all’omogeneità del campo elettromagnetico indotto nel sensore, non è necessario avere lunghi tratti rettilinea a monte (bastano 200 mm) e nemmeno a valle dello stesso. Questo rende il MaxxFlow facilmente installabile in impianti esistenti senza dover apportare nessuna modifica all’impianto.

Lo strumento

  • Sensore a passaggio pieno, quindi è impossibile che produca intasamenti.
  • Poco ingombrante (400 mm) e facilmente installabile in impianti esistenti, necessita solo di 200 mm a monte e nessun tratto a valle per effettuare una misura precisa e ripetitiva.
  • Misura senza contatto, nessun organo meccanico mobile e quindi assenza virtuale di manutenzione.

Le applicazioni

  • Nei cementifici per il controllo della portata di ricircolo del cemento sul forno rotativo principale (reject).
  • Sostituisce i tradizionali misuratori ad impatto, molto più ingombranti e che necessitano di manutenzione costante.
  • MaxxFlow è progettato per consentire l’automazione ed il passaggio a processi produttivi continui per quegli impianti che vista la natura dei prodotti trattati (polveri, granulati, scaglie,…) sono tradizionalmente costretti a processi batch.
  • Misura e regolazione della portata di solidi (polveri, granuli, scaglie o anche grosse pezzature) in caduta libera sia con portata continua che con portata pulsante.
  • Nel settore chimico si svolge il 50% delle misure su polveri o granulati.
  • Farine, destrosio, soia, grano, ed altri per il settore del processo alimentare.
  • Tutti i solidi sono misurabili: gesso, cenere, cemento, polvere di gesso, polvere ceramica, tabacco, sale, vetro, ecc.