SERIE EP

MAGNETICI



Il costruttore

Il costruttore

Principio di misura

Ad un tubo si applicano esternamente due bobine che generano un campo magnetico. L’attraversamento di questo campo da parte del liquido induce una forza elettromotrice che viene raccolta da due elettrodi affacciati all’interno del tubo. Tale segnale è proporzionale alla portata del liquido in transito.

La tecnologia

  • Non introduce nessuna perdita di carico, il tubo di misura interno non presenta restringimenti ma solamente rivestimenti plastici ad isolare gli elettrodi metallici affacciati per le rilevazioni delle forze elettromotrici indotte.
  • Non è soggetto ad usura se non per lo sfregamento del liquido sul rivestimento interno. Consigliamo di sentire i nostri specialisti per la valutazione del rivestimento plastico più idoneo alla specifica applicazione.
  • Ottime prestazioni di precisione, soprattutto se confrontate con il costo dello strumento.
  • Buona dinamica di misura, unica attenzione sulle basse velocità, sotto 0,5 m/s, per valutare con attenzione l’errore generato.
  • Applicabile solo su liquidi elettricamente conducibili. In presenza di liquidi il cui valore di conducibilità sia al limite con valori dichiarati dal costruttore, si sconsiglia l’uso del magnetico.
  • In presenza di tubazioni plastiche è indispensabile l’utilizzo di elettrodi o anelli di messa a terra. Quest’ultimi sono più consigliati perché hanno una superiore superficie di contatto con il fluido.

Lo strumento

Questa è una tecnologia consolidata che ha raggiunto nel tempo una buona affidabilità generale. Il costruttore tedesco tuttavia vanta una storia importante con questi strumenti e l’esperienza spesso fa la differenza laddove sorgono dei problemi impiantistici.
Il misuratore Heinrichs può contare inoltre su una vasta scelta di materiali del rivestimento interno e dei materiali degli elettrodi, anch’essi a contatto con il liquido di misura. Ottima la gestione dell’elettronica di controllo, robusta e con protocollo HART.
Disponibili versioni certificate ATEX per impiego in aree a pericolo di esplosione.

Le applicazioni

  • Nel chimico spesso utilizzato per misure su acidi corrosivi. Per questi servizi consigliamo di valutare attentamente il materiale dei rivestimenti, degli elettrodi a contatto e la tecnica utilizzata dal costruttore relativa alla tenuta degli elettrodi sui rivestimenti al fine di scongiurare eventuali trafilamenti di prodotto corrosivo verso l’esterno.
  • Innumerevoli installazioni nel mercato della distribuzione delle acque.
  • Molto utilizzato negli impianti trattamento acque reflue.
  • Per le acque di servizio e di raffreddamento dell’industria in genere.