FLUXUS SERIE 5 PER ACQUA

CLAMP-ON (ULTRASUONI)



Il costruttore

Il costruttore

Principio di misura

Un segnale ultrasonico viene inviato e ricevuto attraverso il fluido in transito da una coppia di trasduttori collocati sulla tubazione. La differenza nel tempo che impiega il segnale ad attraversare il fluido in una direzione e poi in quella opposta è proporzionale alla sua portata.

 

La tecnologia

 

  • Tecnologia non intrusiva: non è necessario tagliare o forare la linea.
  • Grande dinamica di misura ed ottime prestazioni alle basse portate.
  • Non introduce nessuna perdita di carico sulla linea.
  • Vantaggi economici importanti in condizioni di pressioni elevate o grosse condotte.
  • Costi di installazione trascurabili rispetto a tutti i sistemi invasivi.
  • In caso di guasti o ricalibrazioni, il ripristino della misura non comporta perdite di produzione, costi di bonifica, costi sulla sicurezza.
  • Limitazioni dovute ad eventuale presenza solidi o gassosi trascinati nel liquido o presenza di forti incrostazioni interne alla linea.

 

Lo strumento

 

  • Capacità di gestire inclusioni solide o gassose fino al 6% in volume.
  • Accoppiatori acustici allo stato solido: nessun gel, nessuna manutenzione.
  • Scarpe di montaggio molto robuste per evitare spostamenti accidentali dei trasduttori fissati sulle tubazioni.
  • Nessuna limitazione nell’impostazione del numero dei percorsi sonici, molto utile per misure a basse velocità o su tubi di piccolo diametro.
  • La fase di messa in servizio è molto semplice e non richiede taratura di zero.
  • Versione F502 BT per la misura di energia termica. Prestazioni in accordo alla linee guida C.A.R. 05 settembre 2011 per l’ottenimento dei certificati bianchi.

 

Le applicazioni

 

  • Misure di portata in condotte forzate sulle reti di distribuzione di acqua potabile negli acquedotti e controllo perdite.
  • Come contatori di energia termica per l’ottenimento dei certificati bianchi, in accordi alle linee guida C.A.R. 05 settembre 2011.
  • Nella centrali idroelettriche sulle grosse condotte e controllo minimo flusso vitale.
  • Nelle centrali termiche per il controllo portate acque di raffreddamento, anche su tubazioni in vetroresina.
  • Negli impianti di trattamento acque dal sollevamento al trasferimento tra sedimentatori.
  • Contabilizzazione consumo acque tra reparti all’interno di insediamenti industriali per la ripartizione dei costi.
  • Teleriscaldamento in sostituzione dei tronchetti di misura invasivi.
  • In sostituzione di strumenti meccanici per eliminare i costi di manutenzione (turbine, mulinelli, ingranaggi, etc.).