SERIE TM 44

TURBINE PER LIQUIDI



Il costruttore

Il costruttore

Principio di misura

Si basano sulla misura del numero di giri della turbina all’interno del corpo di misura, quando questa viene investita dal flusso. Ad ogni passaggio delle lame nella zona dove è installato il sensore magnetico viene generato un impulso, la frequenza degli impulsi è direttamente proporzionale alla portata in transito.

La tecnologia

  • È uno strumento di facile concezione e universalmente riconosciuto come apparecchio in grado di garantire misure precise e ripetibili.
  • In condizioni di alte pressioni, alte temperature e portate elevate ha un buon campo di impiego senza pesare eccessivamente sui costi di acquisto.
  • Può rappresentare una valida alternativa ai sistemi Vortex laddove le velocità dei liquidi sono basse.
  • Su liquidi con bassa conducibilità non ha la limitazione dei misuratori elettromagnetici.
  • Limiti della tecnologia sono rappresentati dall’usura nel tempo che può causare perdite di precisione.
  • Strumento soggetto a possibili interventi periodici di manutenzione.
  • Limitazioni dovute alle presenza di eventuali trascinamenti solidi nel liquido.
  • Indicato per liquidi non viscosi.

Lo strumento

  • Ha la versatilità di poter essere accoppiato con diverse elettroniche di controllo, montate a bordo oppure separate. Questa possibilità permette di adattare meglio il misuratore alle esigenze dell’impianto come ad esempio display grandi, uscite analogiche o digitali, predeterminazioni, etc.
  • La turbina TM 44 è una costruzione molto robusta particolarmente apprezzata per applicazioni industriali.
  • In applicazioni di impianti posizionati in aree senza disponibilità di energia elettrica, la turbina può essere alimentata con batterie interne di lunga durata.

Le applicazioni

  • Nelle raffinerie e nel settore petrolchimico per il controllo delle portate degli idrocarburi leggeri e di liquidi di servizio in genere anche su tubazioni di medio grosse dimensioni.
  • Nell’industria chimica la turbina è resistente a diversi fluidi quali alcali, acidi, solventi, etc. Solitamente viene utilizzata per dosaggi e dunque interfacciata ad elettroniche di controllo dedicate.
  • In genere nell’automazione di processo per il controllo delle portate in continuo oppure per i caricamenti la turbina può essere fornita anche senza elettronica dedicata. L’uscita impulsiva può essere trasmessa ad un PLC che opportunamente programmato fornirà la soluzione adeguata ad ogni esigenza.
  •